Poesie della giovanissima Federica sul Donbass e sulla tragedia dell’A321

Pubblichiamo le due poesie scritte da una giovanissima ragazza italiana Federica Durante che a soli 16 anni ha prodotto questi due tenerissimi scritti a proposito dei bambini nel Donbass e della tragedia russa sul Sinai.

Federica Durante

 

Bambino del Donbass,
Ti hanno strappato la vita
Come una matita
Che viene spezzata
Perché troppo scomoda da avere tra le dita.
Bambino del Donbass così la tua infanzia se n’è andata,
Per una pallottola sparata,
Da una mano armata
che la coscienza non se l’è mai lavata.
Bambino del Donbass,
Con il tuo amore,
Fai capire alle persone ,
Che per cambiare questa situazione
Ci vogliono soltanto unione e comprensione.
Bambino del Donbass,
Il tuo viso angelico ora è in paradiso
E dona un sorriso
A chi quaggiù non ha mai riso.

Settembre 2014

————————-

Ammira tesoro che grandi ali ci porteranno a casa,
Dove ci aspettano i nostri cari;
Presto a piter ci sarà la neve, sarà divertente costruire i pupazzi di neve insieme.
Ammira tesoro che bel sole che c’è oggi,
Saluta il mare digli che ci vediamo l’anno prossimo,
Adesso noi dobbiamo tornare a casa.
Guarda che mare confinato,
E il sole dalla vetrata bacia il tuo dolce viso,
Il mondo sembra così innocente.
Ammira piccola, non dimenticarti mai di questo momento.
Ora siamo in cielo, qui la gente comune non può vederci, ma noi siamo qui e sorridiamo per loro.

Novembre 2015

Комментарии и уведомления в настоящее время закрыты..

Комментарии закрыты.